Come non sprecare energia

Spreco di energia

un uso improprio delle fonti di energia per mancanza di cultura “green”

energia

Energia – tante fonti usate in malo modo

In tutto il mondo, ogni giorno, persone, famiglie, aziende,tutti ma proprio tutti utilizzano (me compreso) una fonte energetica per poter avviare un qualsiasi dispositivo, un ipad, un orologio, una sveglia, una lavatrice, una lampada, una tv.

Un intera casa oggi è connessa ad una fonte energetica e tutto funziona solo con energia, senza di essa non si potrebbe vedere la tv, non si potrebbe rispondere ad un telefono, non si potrebbe navigare su internet.

Siamo un popolo dipendente da fonti energetiche.

L’intero iter industriale dipende dall’energia, energia come fonte unica di avvio per tutto il sistema societario nazionale e internazionale.

Ci siamo chiesti senza l’uso di energia cosa sarebbe la nostra vita?

Possibile che dipendiamo da tutta questa energia? Credo proprio che per il momento la risposta è SI.

Ora, visto che alternative a breve non ci sono ,cerchiamo almeno di sfruttarla al meglio.
Perchè dico questo? Bene, diciamo che gran parte della popolazione, aziende comprese, tendono a a sfruttare la loro energia non al meglio, c’è chi la sfrutta non a pieno, chi la sfrutta male sprecandone troppa e spesso anche in malo modo.

Questo è causa di sprechi economici e sprechi ambientali, economici perchè si spende molto di più di quanto si dovrebbe, e ambientali, perchè lo spreco di energia, esempio quelle combustibili, sono anche una causa di forte inquinamento ambientale. Pensiamo a N aziende che utilizzano gasolio o carbon fossile come fonte di energia, e ogni giorno bruciano quantità enormi, queste oltre a fare il loro dovere, entrano pari pari nell’ambiente in forma fortemente cancerogena aumentando di gran lunga il livello di inquinamento del nostro amato pianeta.

Nel nostro paese vediamo spesso politiche di salvaguardia ambientale con stop alle auto e limitazione nell’uso di condizionatori e stufe, proprio per livellare gli standard di vivibilità in caduta a causa del forte inquindamento.

In Cina, invece, quante volte vediamo in Tv notizie riguardanti le nubi tossiche dovute all’inquinamento, con il cielo che si colora di giallo, si scurisce cosi tanto perche saliti alle stessi i valori di smog.

E’ importante quindi prendere coscienza di tutto, capire come sfruttare al meglio l’energia e il suo flusso.

diagnosi e monitoraggio

diagnosi e monitoraggio utili alle aziende green

Le grandi aziende hanno dalla loro parte, la possibilità di intervenire su questo grosso problema, azionando una politica “green“, vale a dire avvalersi di ingegneri e tecnici capaci di fornire un assistenza strutturale all’intero ciclo energetico, facendo una buona “diagnosi energetica” e non solo, intervenire anche dopo la diagnosi con un buon “monitoraggio energetico” perchè creare una struttura per poi non seguirla nel tempo, non ha senso, specie se esiste l’intoppo con un controllo costante del ciclo energetico si interviene subito senza quindi sprecare energia.

Efficienza energetica, questo è il punto, avere consapevolezza di ciò che si ha e di come si usa e si sfrutta al meglio.

Lo stesso vale per i cittadini e non solo per le aziende, con la differenza che il cittadino può

spreco energetico

evita lo spreco energetico con piccoli gesti

facilmente intervenire perchè deve solo prendere coscienza e capire che la vita è propria ed è unica e quindi bisogna fare del tutto per migliorarla e non peggiorarla.

Spegnere la tv e non lasciare acceso neanche quella piccola luce rossa perche è comunque uno spreco.

Lasciare far entrare la luce in casa il più possibile, il sole è fonte di calore e energia pulita.

Poche cose… che cambiano la vita… in meglio.